Mezzago Run By Night 4.0

Mezzago Run By Night 4.0

Una corsa verso l’investitura da “Grande Classica”

Per chi corre il colpo di sparo di inizio è tutto, è il culmine dell’attesa e l’inizio di una nuova sfida. E come molti sanno è l’attesa la parte più emozionante di un evento.

A Mezzago il 27 Maggio erano più di 500 i podisti che sono accorsi per partecipare alla 6,5K e alla 10K Cronometrata, tutti col proprio obiettivo personale da raggiungere. Un nuovo record di partecipazione anche per questa quarta edizione che travalica i confini nazionali con due podisti giunti perfino dalla Svizzera. Se più di 500 erano gli iscritti, circa un centinaio erano le persone coinvolte nell’organizzazione della manifestazione. Associazioni del paese, forze dell’ordine, fotografi e tantissimi volontari hanno permesso che tutti gli ingranaggi della macchina organizzatrice girassero alla perfezione. Il colpo d’occhio alla partenza era eccezionale: centinaia di persone a bordo strada e in tutte le zone centrali della corsa. Tutti pronti a spronare il proprio beniamino con cori o con semplici incitamenti per aiutare gli atleti a superare e vincere la fatica.

La gara podistica si è svolta con la consueta qualità: il primo uomo all’arrivo in 33’,22” (Andrea Assanelli) e la prima donna in 37’,07” (Corsini Barbara, già vincitrice delle precedenti edizioni). Tra i mezzaghesi i il primo classificato è stato Stefano Signo in 35’52” e la prima classificata è stata Laura Parolini in 45’10”.

La Mezzago Run By Night, nata da un’intuizione dei podisti mezzaghesi capitanati da Paolo Villa, sta proseguendo la sua corsa verso la vestizione da grande classica delle gare lombarde. Sono diversi i corridori che, intervistati si affrettano a definirla un “Appuntamento irrinunciabile” oppure “Una gara dall’ambientazione suggestiva” e ancora “La gara dove non manca nulla e dove c’è spazio per tutta la famiglia”.

A piedi fermi e a strade fredde possiamo dire che anche quest’anno la By Night ha emozionato e divertito, ha scaldato e scaricato per poi ricaricare tutti in attesa della prossima grande edizione. L’essenziale è esserci per godere di un clima gara unico; il nostro clima gara, quello tutto mezzaghese, il clima rovente di una gara resa possibile da tutti coloro che sono  intervenuti e da tutti quelli che l’hanno organizzata.

“Il giornalismo con la partecipazione attiva dei lettori” La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *