Un foglio bianco, per ricominciare

Un foglio bianco, per ricominciare

Nemmeno il fuoco ci ridurrà al silenzio!

S’intitola Un foglio bianco e si è aggiudicato il primo posto alla ventottesima edizione del Premio Nazionale di Letteratura per l’infanzia “Marostica Città di Fiabe – Arpalice Cuman Pertile” questo splendido racconto di Annarita da Bellonio, classificatosi in testa nella sezione “Fiabe, favole e racconti fantastici”.

Di Annarita avete sicuramente già sentito parlare, perlomeno da me: è infatti la cofondatrice, insieme alla collega e amica Roberta Brioschi, dell’associazione R&Ad – LiveBook, della quale ho già raccontato in un articolo del giornale. Per quanto io sia fiduciosa riguardo l’attenzione dedicatami dai cari lettori, farò, per chi non l’avesse letto, o per chi avesse bisogno di rinfrescarsi la memoria, un rapido riassunto: R&Ad – LiveBook è un’associazione culturale impegnata nel sensibilizzare e abituare alla lettura bambini e ragazzi, tramite numerose attività quali cicli di letture a tema, giochi interattivi per i più piccoli, laboratori di lettura espressiva e ampio sfruttamento di musica e immagini. Quel che è ancor più degno di nota è che Annarita e Roberta non si limitano e leggere e a far appassionare le giovani leve ai racconti altrui, ma ne scrivono di propri, e belli, tanto che  hanno guadagnato più di un premio e vari riconoscimenti – ed ecco spiegata la partecipazione in concorso di Un foglio bianco.

Il racconto è stato premiato il 25 novembre, a Marostica, e, il giorno successivo, è stato letto in biblioteca, a Mezzago, proprio da  R&Ad – LiveBook, in occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: il pomeriggio, anche grazie alla partecipazione della Onlus umanitaria tutta al femminile “MAM beyond borders – gruppo ManidiPace”, che è intervenuta con i propri racconti di viaggio e ha esposto quattordici disegni eseguiti da bambini sfuggiti alla guerra siriana, figli e genitori hanno ascoltato storie di prima mano sulle atroci sofferenze che tanta parte di mondo sta subendo, e imparato, una volta di più, l’importanza dell’aiuto reciproco, dello starsi vicino come si può, anche con un racconto.

La merenda, poi, organizzata dalla Pro Loco, e il mercatino natalizio, hanno reso il pomeriggio più dolce che mai, a significare proprio ciò che Un foglio bianco esprime: in mezzo a tanti orrori e sofferenze, ancora e sempre, speranza.

Irina Bordogna

 

Contatti delle associazioni:
R&Ad LiveBook, Facebook: https://www.facebook.com/RAd-LiveBook-1174973792532506
MAM Beyond borders – ManidiPace: http://www.mambeyondborders.org/mani-di-pace

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.