Rubrica Cinema

Rubrica Cinema

Palazzo Archinti, cinema, chiaro di luna… Condisci il tutto con una comodo sdraio e il piatto è servito.

Questi gli ingredienti dello “Sdrive-In”, succulenta ricetta estiva firmata Bloom. L’interessante rassegna cinematografica è ormai arrivata alla settima edizione: quest’anno, per la prima volta, nell’incantevole cornice di Palazzo Archinti dopo sei anni trascorsi  sulla terrazza di Via Curiel.

Il cortile del Palazzo, oltre ad offrire un ambiente molto suggestivo (ed anche funzionale alla proiezione in digitale), protegge gli spettatori dai rumori e dai disturbi esterni immergendoli in un’atmosfera magica. La manifestazione, cresciuta anno dopo anno, ha riscontrato anche quest’estate un ottimo successo (si parla di picchi di 120 presenze, con una media di oltre 60 per serata), complici sia la programmazione, ricca di spunti e molto variegata, sia il tempo clemente che, nonostante qualche spauracchio, ha sempre permesso la regolare proiezione dei tredici film del catalogo.

La programmazione, fedele alla linea del cinema d’essai ma non solo, spazia dalla commedia leggera (La guerra dei cafoni) al film d’amore romantico (Cuori puri), dal thriller a tinte horror (Scappa – Get out) alla pellicola d’animazione (La tartaruga rossa). Si tratta di pellicole di ottima qualità, al cui interno troviamo anche vere e proprie perle, come Tanna, film drammatico sulla storia d’amore di due giovani aborigeni, girato interamente su un’isola del Pacifico Meridionale con attori non professionisti e autoctoni, candidato agli Oscar come migliore film straniero. In generale, si tratta di film che non sono mai stati proiettati durante la stagione regolare del Bloom e che, di conseguenza, il centro multiculturale propone d’estate, dalla metà di giugno alla prima settimana di settembre. Il pubblico  estivo, nonostante l’eterogeneità, è più giovane di quello della stagione regolare, complici anche le numerose agevolazioni per gli studenti.

Per il prossimo anno, oltre alla consueta rassegna, sarà previsto anche il servizio ristorante prima della proiezione, utile per aggregare ed aumentare la partecipazione della cittadinanza, di per sé già ottima. A testimoniare la bravura degli organizzatori, ormai riconosciuta in contesti che vanno ben oltre il comune di Mezzago, basti ricordare che, presso l’auditorium dell’Omnicomprensivo di Vimercate, l’Amministrazione Comunale ha dato carta bianca al Bloom nell’organizzazione di una nuova rassegna cinematografica, “Lo specchio magico” che, a partire dal 10 novembre, proporrà ottimi film d’autore.

(Ringraziamo Cecilia Castellazzi per la disponibilità con la quale ci ha raccontato di “Sdrive-In”).

Stefano Eliseo

"Il giornalismo con la partecipazione attiva dei lettori" La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *