Campagna "Mai più fascismi"

Campagna “Mai più fascismi”

Organizzano ronde, sfregiano monumenti, sfidano la Questura in cortei non autorizzati, appendono striscioni e fanno il saluto romano, lanciano sampietrini e molotov, sparano fumogeni, irrompono in Consigli Comunali, associazioni e chiese, annunciano una nuova marcia su Roma.

Sono la galassia dell’estrema destra italiana.

Obiettivi: gli zingari, i tossici, i posteggiatori abusivi, ma soprattutto i migranti e chi la aiuta: sacerdoti, giornalisti, associazioni, amministratori comunali e parlamentari, perfino papa Francesco. Ma ad essere presi di mira sono anche i luoghi simbolici della democrazia, dai monumenti alla Resistenza alle sedi di giornali, dalle sedi istituzionali su fino alla Camera e al Senato.

Negli ultimi due anni gli episodi di marca neofascista e neonazista si sono susseguiti in Italia e in Europa in un crescendo allarmante.

È per contrastare questa risorgenza che ad inizio 2018 l’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha promosso la campagna MAI PIÙ FASCISMI, una raccolta di firme per chiedere che lo Stato italiano manifesti pienamente le sua natura antifascista, che sia vietata la presentazione di liste neofasciste e neonaziste alle elezioni, che le organizzazioni di estrema destra siano sciolte.

Non si chiede in fondo null’altro che l’applicazione della Costituzione che, nella XII disposizione, recita: è vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista.

Del comitato promotore della campagna fa parte un gran numero di associazioni, partiti e istituti; nel nostro territorio l’ANPI di Bellusco-Mezzago e Libera hanno dato il loro contributo organizzando, alcune settimane fa, un banchetto che ha raccolto decine di firme, ma tante firme sono giunte anche da altre ANPI come quella, solo per citare la più vicina, di Busnago.

Monica Colaci
ANPI Bellusco-Mezzago

"Il giornalismo con la partecipazione attiva dei lettori" La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.